Levitate–Forest felled: Un camaleontico Cristo in croce

In bilico tra morte e vita. “Levitate–Forest felled” si pone come messaggio di rinascita per le foreste rase al suolo.

Artista che già abbiamo conosciuto con l’installazione “Vestige”, Rob Mulholland è noto per le sue sculture di specchi che si integrano e confondono in modo quasi inquietante nei luoghi in cui vengono posizionate. Realizzate in materiale riflettente, si confondono così bene con i contesti in cui sono inserite, tanto che a prima vista, si potrebbe non notare la loro vicinanza o la loro presenza. Il primo di una serie di interventi artistici che ha preso vita nel 2013 è “Levitate–Forest felled”, in cui una figura misteriosa sembra fluttuare magicamente a mezz’aria tra due tronchi di alberi spogli.

Levitate–Forest felled
“Levitate–Forest felled”, Rob Mulholland

Per ottenere questo effetto sbalorditivo, Mulholland ha deciso di non usufruire dell’aiuto di strumenti di post-produzione come Photoshop, ma ricorrere a soluzioni più tradizionali e in questo caso ha utilizzato del filo di acciaio inossidabile, quasi invisibile all’occhio umano, per appendere la scultura riflettente in vetro acrilico ai fusti ai suoi lati, costituendo quindi un sottile legame fisico tra i tre elementi. L’opera consiste in un’interazione di tre unità che concorrono nel provocare l’illusione della levitazione della sagoma con le braccia aperte.

Levitate–Forest felled
“Levitate–Forest felled”, Rob Mulholland

Come sempre, la scelta della locazione dell’opera è parte integrante del lavoro di Rob Mulholland; per questa installazione, l’artista era interessato a mostrare gli effetti del disboscamento, che ha trasformato una fitta foresta in uno spiazzo vuoto, un’area desolata e piena di rami e ceppi. Mentre l’abbattimento, il taglio e la rimozione degli alberi per la produzione di legname, sembrerebbe innaturale e crudele, ci sarebbe in realtà una prospettiva per valutare questo gesto in positivo, ovvero potrebbe essere un modo per rinnovare, migliorare e aumentare la produttività di una foresta.

Levitate–Forest felled
“Levitate–Forest felled”, Rob Mulholland

Come spiega l’artista: “La fase di transizione prima di una nuova crescita può durare per diversi anni. E’ forte la tentazione di guardare a questo cambiamento come una forza distruttiva, ma per molti versi invece è un modo per replicare il ciclo naturale della nascita, crescita, morte e di rinascita proprio del mondo vegetale. Nel giro di pochi anni la stessa zona diventerà di nuovo una vasta foresta ricca di giovani campionamenti”.

Levitate–Forest felled
“Levitate–Forest felled”, Rob Mulholland

Il primo luogo dove è stato possibile ammirare “Levitate–Forest felled” era nei pressi di Stirling, in Scozia, da lì Mulholland ha individuato, in base alle deforestazioni programmate, i luoghi che l’avrebbero ospitata. “Sto pensando di fare un bel paio di interventi temporanei. Le installazioni saranno collocate sul posto per pochi giorni e ciò mi permette più libertà di sperimentare sia con le mie opere, sia sui luoghi che le ospitano”.

Levitate–Forest felled
“Levitate–Forest felled”, Rob Mulholland

“Levitate–Forest felled” è un’opera toccante anche dal punto di vista intuitivamente simbolico; questa sagoma quasi impercettibile nello spazio, rappresentata a braccia aperte potrebbe facilmente alludere alla posizione del Cristo in croce e come Cristo è morto sacrificato e poi è risorto, così la foresta viene sacrificata per poi rinascere splendente. Sotto quest’ottica ci si spiegherebbe anche perché l’artista ha voluto adoperare il sottile fil invisibile per legare la sagoma ai due alberi ai lati, ovvero per creare reale un nesso, che non fosse solo simbolico, tra la raffigurazione dell’uomo sacrificato e gli alberi spogliati dai loro rami. Rob Mulholland è ancora una volta riuscito a trafiggere profondamente L’ambiente dove innesta le sue sculture, cambiando il modo univoco in cui si guarderebbe ad una foresta rasa al suolo e suggerendone un nuovo inizio.

Rob Mulholland

“Levitate – Forest felled”, Rob Mulholland / WoodFeelsArt on Pinterest

WoodFeelsArt sui Social Network

articoli recenti

woodfeelsart Written by: