Cornelia Konrads in 5 opere naturali

5 opere che presentano i concetti filosofici dell’arte di Cornelia Konrads

"Remember Next Spring", Conrelia Konrads
“Remember Next Spring”, Conrelia Konrads

Abbiamo già conosciuto l’artista tedesca Cornalia Konrads e i suoi principi artistici, che hanno tratto interesse dai pensieri filosofici aristotelici e dalle teorie fisiche newtoniane. Lo scrittore irlandese Flann O’Brien, che conosce molto bene le opere di Cornelia Konrads, ha denominato i suoi interventi “luoghi intermedi”,definizione che sintetizza a pieno l’indeterminatezza di cui vivono le sue opere, che consentono al tempo e allo spazio di variare proporzionalmente.
O’Brien per spiegarceli meglio li paragona a un film ricco di anticipazioni e flash back, dove passato e futuro si autodefiniscono in base a chi e come si guarda l’opera. La forza della Konrads sta nel produrre opere in contrasto con la logica del “ciò che vedi, è”, affibbiandogli sempre un’ironia sardonica.

“Passage”
"Passage", Cornelia Konrads
“Passage”, Cornelia Konrads

Opera installata in una foresta isolata in una radura della Germania, è una tra le più note opere della Konrads anche perché rappresenta uno dei tanti “passaggi” e portali che ha realizzato. Questa installazione è stata costruita con i rami rinvenuti in loco, che sono stati tagliati e poi riassemblati tra loro grazie a dei fili trasparenti di nilon che fanno sembrare stiano fluttuando. L’intervento propone un passaggio ideale e reale che si pone come soglia per “entrare” nella natura.

“The Gate”
"The Gate", Cornelia Konrads
“The Gate”, Cornelia Konrads

Altro noto intervento è The Gate, due colonne affiancate che ricordano architettonicamente le antiche porte di accesso alle città. Caratteristica principale è la levitazione progressiva dei mattoni che le compongono, che trasformano una struttura molto massiccia in qualcosa che nega la solidità strutturale e afferma una dimensione eterea.

“Piles”
"Piles", Cornelia Konrads
“Piles”, Cornelia Konrads

Piles è l’ennesimo intervento celebre della Konrads, realizzato per Arte Sella, manifestazione italiana che si tiene in Trentino Alto Adige e promuove la correlazione tra arte e natura. Questa installazione si serve di tronchi d’albero sistemati secondo uno schema piramidale, che viene subito negato dalla sospensione di quelli più in alto.

“Le Mur”
"Le Mur", Cornelia Konrads
“Le Mur”, Cornelia Konrads

Realizzato in una campagna francese, Le Mur è un’opera che sintetizza a peno la volontà di cercare contrasti tra “ciò che si vede” e “ciò che è” in realtà. Questo muro infatti, sinonimo per eccellenza di sicurezza e stabilità, è formato da pietre che, fluttuando in aria, non si sta se si stiano posando o alzando dal suolo. potrebbe essere la presenza di un passaggio che si sta creando oppure un muro che si alza e rende inaccessibile quello che c’è dietro.

“Moment of Decision”
"Moment of Decision", Cornelia Konrads
“Moment of Decision”, Cornelia Konrads

Celebre per il materiale di realizzazione, Moment of Decision è l’opera che più provoca dal punto di vista letterario. Molto simile alla struttura di un alterino nuziale, questa installazione ha avuto origine in un freddo inverno svedese, dove la neve era la regina dell’ambiente e si è fatta protagonista dell’opera. Se idealmente pensiamo alla neve come un’indefinita coltre bianca che si posa dal cielo, la Konrads la pone in levitazione come se il tempo si fosse fermato o come se addirittura si stesse riavvolgendo. Provocatorio e interrogativo rimane il titolo della struttura e la relazione che ha con il concetto che esprime. Rimane comunque emblematicamente un momento della decisione sospeso.

CorneliaKonrads

Photo Credit: CorneliaKonrads

WoodFeelsArt sui Social Network

articoli recenti

woodfeelsart Written by: